Clinica veterinaria "Casale sul Sile"...

Tag: Gatto

GATTO: QUALI PROFILASSI VANNO FATTE NELL’ARCO DELL’ANNO

Il gatto nell’arco dell’anno ha bisogno di alcune profilassi per rimanere sano e prevenire malattie molto gravi per la sua salute e in alcuni casi trasmissibili all’uomo.

Il gatto va portato dal Veterinario la prima volta a 2 mesi di età per le prime vaccinazioni e trattamenti antiparassitari. Il gattino dovrà essere visto in media 3 volte nel primo anno di vita, mentre il soggetto adulto sano può andare dal Veterinario anche solo 1 volta all’anno per i vaccini.

LA CONVIVENZA CON IL PET

“Trascorriamo gran parte del tempo libero con gli animali da affezione e spesso condividiamo con il cane o il gatto anche lo spazio abitativo.

Alla base della convivenza con il pet si pone la creazione di una corretta relazione fondata sul pieno riconoscimento delle rispettive diversità.

La consapevolezza di appartenere a specie diverse comporta la conoscenza delle necessità (fabbisogni etologici) dei nostri compagni”.

Pubblico in questo spazio un articolo scritto da un collega ed amica Comportamentalista, la Dott.ssa Sabrina Giussani, conosciuta in Italia ed all’estero per la sua professionalità e competenza nell’ambito della patologia comportamentale del cane e gatto.

In questo articolo la Dott.ssa Giussani riassume in modo molto completo ma allo stesso tempo di piacevolissima lettura le principali cose da sapere quando si decide di adottare un cane o un gatto rendendoli parte della nostra famiglia.

VACCINO GATTI

Tradizionalmente i gatti vengono vaccinati una volta all’anno con il vaccino trivalente, cioè contro tre malattie: Panleucopenia infettiva, Calicivirosi, Rinotracheite infettiva.

Vediamo in quali occasioni vanno aggiunte altre vaccinazioni al piano vaccinale di base e perchè conviene portare il micio dal Veterinario ogni 6 mesi e non solo una volta all’anno.

COLLIRIO OFTALMICO UMANO E SUO UTILIZZO IN CANE E GATTI

È una cattiva norma ma purtroppo piuttosto diffusa tentare una cura del proprio animale prima di portarlo da Veterinario.

Nelle patologie oculari questa tendenza è particolarmente marcata e spesso mi viene in visita l’animale con già alcuni giorni di colllirio alle spalle che il proprietario, pensando non potesse se non fare bene, ha autonomamente deciso di somministrare.

Precisiamo innanzitutto che nessun trattamento può essere intrapreso dal proprietario dell’animale senza una visita e prescrizione da parte di un Medico Veterinario. Questo per ovvi motivi di competenza e rischi insiti in ogni molecola farmaceutica.

Nel caso del collirio vorrei però puntualizzare un aspetto che mi sta molto a cuore.

COLPO DI CALORE, COLPO DI SOLE

L’estate porta con sé un grosso rischio per il nostri animali, specialmente per quelli a pelo lungo, anziani, cardiopatici o con malattie croniche: il colpo di calore o colpo di sole. Esso consiste in un aumento incontrollato della temperatura corporea, che nella peggiore delle ipotesi può risultare fatale per il malcapitato.

Vediamone le cause predisponenti e le cose che possiamo fare per evitarle.

CIAOPET

Segnalo per tutte le persone interessate un sito veramente ricco e ben fatto.

In questo portale troverete informazioni su: cani, gatti, volatili, pesci, piccoli roditori, animali esotici in generale.

C’è moltissimo contenuto di qualità e merita più di una visita.

http://www.ciaopet.com/

SINDROME IPERSENSIBILITÀ-IPERECCITABILTÀ NEL GATTO

La sindrome comportamentale Hs-Ha dall’inglese hipersensibility hiperactivity, ossia sindrome ipersensibilità iperattività non è molto difficile da trovare nella pratica clinica.

Il gatto che ne è affetto presenta una ipermotricità globale, con frequenti graffiature e morsi. Salta, corre e si dimena senza sosta, sembra “posseduto” da uno spiritello pazzo!