Clinica veterinaria "Casale sul Sile"...
Notizie

Blatta fischiante del Madagascar (Gromphadorhina portentosa)

Blatta fischiante del Madagascar

ORIGINE: Madagascar dove rappresenta un insetto endemico.

NOME SCIENTIFICO: Gromphadorhina portentosa

DESCRIZIONE:

Blatte di grandi dimensioni. I maschi adulti arrivano ad una lunghezza di 8 centimetri, le femmine sono più grandi dei maschi e possono arrivare a 10 centimetri di lunghezza. Entrambi i sessi sono privi di ali. I piccoli nascono di 6/8 millimetri di lunghezza e per crescere questi animali mutano la pelle lasciando a suolo la vecchia corazza detta exuvia.
Il nome “fischiante” deriva dalla sua capacità di immagazzinare aria nell’addome che potrà essere espulsa come tecnica di difesa emettendo un caratteristico fischio che spaventa o sorprende l’aggressore.
Le zampe hanno sia delle ventose bianche alle estremità che permettono loro di arrampicarsi su superfici lisce sia spicule da usare come “ramponi”. Queste caratteristiche rendono questo insetto un ottimo “animale da evasione” dalla teche dove decideremo di allevarle.

ALLEVAMENTO:

Questi insetti hanno dimensione importanti e quindi necessitano di un box piuttosto capiente.
Il coperchio deve essere robusto e con trama molto sottile per evitare le fughe visto che sono in grado di scalare anche pareti lisce. Una alternativa è inserire sotto il coperchio una zanzariera o una retina sottilissima che impedisca anche alle neanidi (neonati) di fuoriuscire dai fori di areazione.
Le neanidi hanno abitudini fossorie, è quindi suggerito un substrato di terriccio sterile che aiuterà a tenere una leggera umidità nella teca. La temperatura ideale per l’allevamento è dai 25 ai 28 C° mentre l’umidità attorno al 65/70 %. Gli adulti possono sopravvivere anche a 20-22 gradi ma sotto i 25 gradi non riusciranno a riprodurre con successo.

ALIMENTAZIONE:

L’alimentazione deve essere molto varia. In natura si nutrono di frutta e vegetali in decomposizione. In cattività possiamo fornire loro qualsiasi tipo di mangimi per animali: crocchette per cani, gatti, mangime per pesci e carpe koi. Possiamo integrare la loro dieta con: pane, biscotti, frutta e verdura.

RIPRODUZIONE:

Sono animali ovovivipari, ovvero la femmina produce delle uova che trattiene nel suo corpo per incubarle finchè non nasceranno i piccoli uscendo dall’uovo. La femmina può partorire dai 20 fino ai 50 piccoli. Una curiosità della femmine è che fanno aerare le loro ooteche (hanno la stessa funzione dell’utero nei mammiferi) fuori dal corpo e sarà quindi possibile vederle come se si trattasse di un processo di prolasso.
Nelle foto possiamo osservare una copia di soggetti in mano dell’allevatore e un soggetto chiaro che avendo fatto la muta da pochi minuti è ancora di colore completamente bianco candido.

Si rigrazia l’allevatore Tosatto F. per aver partecipato alla stesura del testo e per aver fornito le foto originali dei suo animali.

Link utile: https://www.youtube.com/watch?v=mXqygcencvA